Singapore è il regno delle criptovalute?

L’exchange Independent Reserve ha incaricato Toluna di condurre uno studio coinvolgendo oltre un migliaio di cittadini di Singapore, per indagare il loro rapporto con le criptovalute. Il risultato emerso è alquanto interessante, soprattutto dal punto di vista delle conoscenza del tema.

A Singapore, le crypto sono di casa

Oltre il 90% dei chiamati in causa ha dichiarato di sapere cosa siano. La più nota, neanche a dirlo, è Bitcoin, seguita da Ethereum e Litecoin.

Ancora più sorprendente, più del 40% del campione ne è in possesso, per la precisione il 43%. La percentuale è più elevata tra gli uomini (51%) che non tra le donne (35%). La prospettiva è quella di un ulteriore incremento: il 46% pensa di acquistarne entro i prossimi dodici mesi. Quale fattore determina il trend?

Gli abitanti più giovani di Singapore ritengono che le criptovalute saranno accettate su larga scala in futuro.

Ancora, il 39% vede Bitcoin come un asset di investimento, il 25% come un’alternativa digitale all’oro, poco più del 10% come una valuta da spendere e il 7% come una truffa.

Stando a quanto si legge nel resoconto dello studio (il PDF è raggiungibile tramite link a fondo articolo), gli oltre 1.000 cittadini intervistati sono suddivisi per età, genere e distribuzione geografica in modo da riflettere in modo fedele la popolazione.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Informatica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui