Se avete il problema della notifica di backup di WhatsApp potete risolvere così

Sono numerosi gli utenti di WhatsApp che segnalano un problema relativo al blocco della funzione di backup al 100%, un bug che sembra interessare in egual misura gli utenti Android e quelli iOS.

Il problema di cui vi stiamo parlando affligge tutte le piattaforme mobile e i dispositivi di vari produttori e, allo stato attuale, non sembra esserci una soluzione definitiva ma gli utenti più volenterosi possono provare a aggirarlo con alcuni possibili rimedi.

Ricordiamo che WhatsApp ha un’opzione di backup che sincronizza i dati con Google Drive e, dopo avere dato il proprio consenso a tale metodo, gli utenti possono consentire all’applicazione di eseguire backup regolari di messaggi di chat e file multimediali su Drive.

Una notifica con una barra di avanzamento viene inviata all’utente all’avvio di un backup solo che, in molti casi, si blocca al 100%. Ebbene, in attesa di una soluzione definitiva implementata dagli sviluppatori di WhatsApp, è possibile ricorrere a qualche rimedio temporaneo.

Come provare a risolvere il bug del backup di WhatsApp

Innanzitutto è bene avere installato l’ultima versione disponibile dell’applicazione di messaggistica, che può essere scaricata dal Google Play Store e potrebbe essere utile prima di installarla avere cancellato la cache (andando nel menu delle Impostazioni, quindi su Applicazioni, WhatsApp, Archiviazione e Cancella Cache).

Inoltre, considerato che per il backup viene usato Google Drive, è importante accertarsi che l’account Google collegato a WhatsApp sia attivo. Per controllare è sufficiente aprire l’app di messaggistica, toccare il pulsante a tre punti nell’angolo in alto a destra, selezionare Impostazioni e quindi accedere alla sezione Chat, nella quale si trova la scheda dedicata ai backup.

Altri piccoli rimedi consistono nella chiusura di WhatsApp dal menu delle app recenti (ciò nel caso in cui il processo di backup si sia effettivamente concluso ma il sistema abbia lasciato l’applicazione in uno stato di sospensione) e nell’utilizzo di una connessione WiFi mentre si effettua l’operazione di sincronizzazione dei dati (all’interno della sezione Backup nelle Impostazioni dell’app di messagistica c’è un’apposita voce).

E ancora, altre soluzioni potrebbero essere l’esclusione dei video dai contenuti di cui effettuare il backup, con una notevole diminuzione dei dati da trasferire (nella sezione dedicata ai Backup, in basso, c’è un apposito comando) oppure rimuovere il backup da Google Drive (andando sulla piattaforma di Google, selezionando l’icona a forma di ingranaggio nell’angolo in alto a destra per accedere alle Impostazioni, quindi Gestici app, cercando WhatsApp Messenger e da Opzioni rimuovendo i dati) ed effettuare un nuovo backup dall’app di messaggistica.

La speranza, ovviamente, è che arrivi presto una soluzione definitiva da parte del team di sviluppatori.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Android

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui