Netgear Armor: nuove funzionalità di sicurezza

L’azienda californiana ha annunciato la disponibilità di una nuova versione di Netgear Armor, la soluzione che protegge la rete locale e i singoli dispositivi connessi. L’aggiornamento include cinque funzionalità che migliorano ulteriormente la sicurezza della smart home. L’abbonamento al servizio, offerto in collaborazione con Bitdefender, può essere sottoscritto tramite app Nighthawk o Orbi.

Netgear Armor: nuove funzionalità

Netgear Armor è integrato nella maggioranza dei router Orbi e Nighthawk, quindi consente di proteggere tutti i dispositivi collegati alla rete. Non solo smartphone, tablet e computer, ma anche console di gioco, smart TV, smart speaker, videocamere di sorveglianza e altri device IoT, come interruttori, luci e termostati. Il software monitora il traffico in entrata e uscita, garantendo una sicurezza completa.

L’abbonamento a Netgear Armor (a partire da 99,00 euro/anno con 30 giorni di prova gratuita) include anche Bitdefender Security per Windows, macOS, Android e iOS, quindi i dispositivi sono protetti contro le principali minacce informatiche, tra cui i pericolosi ransomware. L’elenco delle funzionalità offerte da Netgear Armor è piuttosto lungo. L’azienda statunitense ne ha aggiunte altre cinque:

  • Protezione dei dati sensibili: blocca i tentativi di inviare i dati di accesso, bancari, sanitari e altro su connessioni non cifrate
  • Rilevamento anomalie: l’algoritmo di apprendimento automatico monitora e apprende il normale comportamento dei dispositivi connessi e blocca qualsiasi attività insolita
  • Protezione forza bruta: impedisce ai dispositivi connessi di accedere ai bot che tentano di compromettere le password
  • Protezione DDoS: protegge la rete da attacchi Distribuited Denial of Service
  • Prevenzione exploit/IDS: protegge i dati e i dispositivi dalle intrusioni

Netgear Armor può essere installato direttamente su smartphone, tablet e computer, in modo da avere una protezione completa anche quando i dispositivi sono connessi alle reti WiFi pubbliche.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Informatica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui