MacBook Pro M1: “DISTRUTTO” un PC Windows POTENTISSIMO




Secondo quanto riportato dalla fonte di oggi, il MacBook Pro con chip M1 ha distrutto in prestazioni un PC Windows potentissimo.

MacBook Pro, Chip, M1, Confronto, Windows

Un test di fotoritocco eseguito utilizzando un nuovo MacBook Pro con chip M1, ha letteralmente battuto un PC desktop Windows, nonostante quest’ultimo fosse stato specificamente creato per il fotoritocco, ed un hardware incredibilmente assurdo.

Il fotografo professionista Andrew Hoyle si è detto “sbalordito” dalle performance provate, e conclude che un Mac M1 è una scommessa sicura per i fotografi che desiderano aggiornare e velocizzare le loro operazioni quotidiane.




Hoyle è il principale fotografo europeo del famosissimo sito CNET. Ha scoperto che il MacBook Pro M1 con 16 GB di RAM non poteva competere quando utilizzava Photoshop basato su Intel, ma era una storia diversa quando ha provato la versione beta fatta apposta per i chip M1.

Ho testato il tempo impiegato da Photoshop (sia nelle versioni Intel che M1 beta) per allineare 19 immagini raw a piena risoluzione, per poi unirle in un’immagine con focus stack. È una tecnica che utilizzo regolarmente nella fotografia del prodotto, quindi è importante per me avere una buona efficienza.

Photoshop basato su Intel, tramite Rosetta 2, ha impiegato 50,3 secondi per allineare i livelli e 1 minuto e 37 secondi per unirli del tutto. L’ho confrontato con un PC desktop Windows eccezionalmente potente che è stato costruito con una CPU AMD Ryzen 9 3950 X, grafica Nvidia RTX Titan e 128 GB di RAM, specificamente per essere una bestia con la modifica di foto e video 8K. Il PC ha impiegato 20 secondi per allineare i livelli e 53 secondi per unirli: una chiara vittoria per il PC.

Tuttavia ho poi eseguito gli stessi test sulla versione beta di Photoshop che supporta il chipM1. Ci sono voluti 22 secondi per allineare i livelli e 46,6 secondi per unirli, un tempo complessivo più veloce di quanto il mio immensamente potente impianto di editing fosse in grado di ottenere.

Insomma, un potenziamento veritiero ed estremamente importante, che rende i primi Mac con chip M1 davvero veloci e prestanti.

Fammi sapere la tua! Commenta sui vari Social Network di AppleZein! La tua opinione è importante per me!




Non hai ancora la mia App? Che aspetti? Scaricala per iPhone ed iPad! È GRATIS! http://bit.ly/iAppZein

ISCRIVITI al mio Canale YouTube UFFICIALE! http://bit.ly/2ekhCrr

Entra a far parte della grande famiglia di AppleZein, acquistando anche tu una maglietta, felpa o tazza con il nostro logo http://bit.ly/2IkYcz1

Seguimi su Telegram: https://telegram.me/applezein

Seguimi su Twitter: http://bit.ly/2ejZpWf

Seguimi su Facebook: http://bit.ly/2ehAeFh

Segui AppleZein su Instagram: https://goo.gl/fNmRMl

Segui ME su Instagram: http://bit.ly/313R9Bs

[via]

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre News su Apple
FONTE Articolo aggregato automaticamente da RSS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui