Le novità grafiche e funzionali di Android 12 contro Android 11

Ogni volta che Google rilascia una nuova versione di Android, è sempre interessante andare a fare un confronto 1:1 per scoprire tutte le novità che il team di ingegneri di casa Mountain View sta inserendo. Nella giornata del 18 febbraio infatti Google ha rilasciato la prima Developer Preview di Android 12 (nome in codice Android S) comunicando anche la roadmap ufficiale secondo la quale verranno rilasciate le prossime versioni.

Per la precisione vedremo 3 Developer Preview, 4 Beta e una release finale verso l’autunno del 2021. Ovviamente fino a tale data cambieranno probabilmente molte cose, ma diamo uno sguardo alle novità inserite ora.


Novità nelle Notifiche

Le prime novità estetiche si trovano nella tendina delle notifiche con una presenza maggiore del colore blu al posto del grigio. Ad esempio i collegamenti rapidi disattivati ora hanno un gradiente azzurro che differisce dai collegamenti attivati che hanno un gradiente blu. Espandendo la tendina delle notifiche inoltre viene eliminata buona parte dell’opacità presente su Android 11, rendendo più visibile il contenuto sottostante.

Fra i colleganti rapidi ne compare uno nuovo “Reduce bright color” che va a ridurre ulteriormente la luminosità dello schermo, più di quanto si riesce a fare con il classico selettore della luminosità.

Infine le notifiche delle applicazioni appartenenti ad un gruppo, ad esempio quelle riguardo la messaggistica, ora sono raggruppate e in prima funzione dispongono di una funzione per silenziarle e posticiparle velocemente.

Novità nel Launcher

Nessuna novità per quanto riguarda il Launcher di Google che, esclusivamente su Pixel 5, viene aggiunta una griglia dimensione 4×5 rispetto a quelle già esistenti. Una piccola novità che può venire incontro a quegli smartphone più lunghi che larghi con un aspetto di forma 21:9.


Novità nelle Impostazioni

Fra le impostazioni ritroviamo poche novità estetiche, a parte per una funzionalità che vedremo più avanti, e principalmente sono stati ingranditi l’avatar e il tasto di ricerca.

I selettori di spunta invece sono stati migliorati graficamente e ora contengono un simbolo affermativo o negativo in base all’impostazione, davvero piacevoli.

Fra le impostazioni del WiFi, se selezioniamo una rete di cui disponiamo della password salvata, potremo ora condivisione la password con la funzione wireless nearby.

Mentre le fra impostazioni dei Gesti, fa di nuovo la comparsa la funzione Doppio Tocco che abilita il riconoscimento del doppio tocco posteriore per avviare determinate funzioni. Al momento però sembra non funzionare e a livello informativo è un po’ confusionaria.

Nuove funzionalità

Ulteriori miglioramenti li troviamo nella funzione di acquisizione delle schermate (i cosiddetti screenshot) che ora possono essere modificati per aggiungere del testo e delle emoji, con anche la possibilità di modificarli nelle dimensioni.

Funzione di modifica richiamabile anche dalla schermata di condivisione di un contenuto.

La novità più importante è nascosta

La novità però più rilevante al riguardo è la Silky Home, ovvero un’interfaccia nuova di zecca per le impostazioni che strizza l’occhio alla One UI di Samsung e alla MIUI di Xiaomi. Pulita (forse troppo?), semplice e utilizzabile con una sola mano. Le voci sono portate verso la parte inferiore dello schermo così da essere più raggiungibili con una mano sola e, nel codice, sembrano essere presenti ulteriori funzioni che però al momento non possono essere attivate o, se attivate, non modificano alcunché.


Silky Home è attivabile solo da ADB al momento e considerando la presenza di alcuni bug grafici, probabilmente non la vedremo implementata se non fra qualche mese.

Queste dunque le principali novità, nessuno stravolgimento per il momento almeno non come ci si immaginava osservando le immagini leak trapelate alcuni giorni fa. Questo però non vuol dire che col tempo potremo effettivamente arrivare a quel risultato.

Tante ulteriori novità sono previste nei prossimi mesi quando arriveranno le altre 3 Developer Preview, ulteriori 4 versioni Beta e poi la release finale in autunno 2021, e qualcosa l’abbiamo già assaggiata negli ultimi leak.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Android

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui