Jim Ryan: è più difficile allevare talenti, che lanciargli dei soldi

Jim Ryan, il presidente di Sony, in un’intervista rilasciata alla testata Axios, ha dichiarato che è più difficile allevare talenti, che lanciargli dei soldi, sparando una frecciata niente male alla filosofia di Microsoft, basata invece sulle acquisizioni .

Ryan nell’intervista ha toccato diversi argomenti, in particolare i successi con la pianificazione dei lanci dei giochi dei PlayStation Studios per PS4 e il rapporto tra Sony e gli studi controllati. Ryan: “In termini di aree dove siamo migliorati, direi la pianificazione dei lanci dei giochi dei PlayStation Studios. Allevare talenti creativi non è facile come lanciargli dei soldi. Devi anche dargli la libertà di essere creativi, di prendere dei rischi e di provare nuove idee.

Come esempio di studio cui Sony ha lasciato piena libertà, Ryan ha citato Sucker Punch: “Prendi Ghost of Tsushima di Sucker Punch. Non è stato il gioco che pensavamo avrebbero fatto, ma con i nostri talenti evitiamo di essere rigidi o corporativi. Vogliamo che utilizzino il nostro hardware come se fosse la loro tavolozza dei colori.

Secondo Ryan, gli sforzi di Sony fatti in epoca PS4 hanno premiato e oggi ne sta godendo anche PS5, per cui sono già stati lanciati diversi titoli di valore come Spider-Man: Miles Morales, Returnal e Ratchet & Clank: Rift Apart.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Games

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui