Google rende le ricerche ancora più sicure e private con qualche piccola novità

L’aspetto della sicurezza diventa un tema sempre più importante per gli utenti e anche il team di sviluppatori del motore di ricerca di Google ne è consapevole e così nelle scorse ore ha annunciato l’introduzione di un nuovo utile strumento.

Attraverso un post sul blog ufficiale, infatti, il colosso di Mountain View ha reso noto di avere aggiunto un’ulteriore protezione alla cronologia delle ricerche salvata nel proprio account Google.

Google introduce uno strumento per Le mie attività

Se l’impostazione Attività web e app è attiva, la cronologia delle ricerche viene salvata nel proprio account in modo da consentire un’esperienza più personalizzata quando si usano i vari servizi Google ed è possibile visualizzare ed eliminare la cronologia delle ricerche in qualsiasi momento (andando nella sezione Le mie attività).

Il nuovo strumento è pensato per il caso in cui si condivida un dispositivo con altre persone, con il conseguente rischio che chi lo usa possa avere accesso alla cronologia delle ricerche del titolare dell’account: ebbene, è ora possibile scegliere di richiedere una verifica aggiuntiva per Le mie attività.

ricerca Google

Grazie a tale soluzione, sarà necessario fornire informazioni aggiuntive (come la password o l’autenticazione a due fattori) prima di poter visualizzare la cronologia completa delle ricerche.

Inoltre il team di Google ricorda che è possibile sfruttare il sistema di eliminazione automatica della cronologia delle ricerche ed altre attività Web dopo 18 mesi o 36 mesi (per i nuovi account è impostata di default su 18 mesi).

Ed ancora, nell’app iOS (ed entro la fine del 2021 anche in quella Android) è possibile rimuovere le ricerche degli ultimi 15 minuti premendo semplicemente un tasto.

Ricerca Google

Infine, il team di Google ricorda che è disponibile il Centro Sicurezza (lo trovate seguendo questo link), grazie al quale è possibile avere una guida passo passo per le varie impostazioni dedicate alla privacy, aggiungendo che le ricerche degli utenti non sono soltanto protette da un sistema di crittografia ma non vengono fornite a terzi.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Android

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui