Google Foto punta su nuovi Ricordi, Cinematic moments e maggior controllo

Il keynote di apertura del Google I/O 2021 è attualmente in corso e il colosso di Mountain View non ha perso l’occasione per parlare di Google Foto, una delle armi più potenti nel suo arsenale. Le novità annunciate sono fortemente incentrate sulla funzione Ricordi, ma includono anche una Locked Folder che arriverà prima sui Pixel.

Nuovi Ricordi su Google Foto

Le novità in merito alla funzione Ricordi sono state introdotte partendo dall’assunto che, sebbene noi utenti catturiamo foto e video per poterle rivedere in un secondo momento, poi lo facciamo di rado e questo anche a causa del fatto che quelli importanti si trovano mischiati tra screenshot, selfie e quant’altro. A dimostrazione di ciò, Google riporta come la maggior parte dei 4 trilioni di foto salvate su Google Foto non vengano mai visualizzate.


Perciò Big G ha deciso di sfruttare l’AI per alimentare nuove feature che aiutino gli utenti a riscoprire momenti significativi e a dare vita ai ricordi, oltre che ad avere su di essi un maggior controllo.

Grazie alla potenza del machine learning, la funzione Ricordi sarà presto in grado di associare foto in base a pattern visivi comuni: da questa estate, i gruppi di tre o più foto accomunate da pattern come forme o colori verranno evidenziati nei Ricordi. Ecco un esempio di foto raggruppate per la presenza dello stesso zainetto arancione: prese singolarmente potrebbero non essere molto interessanti, ma messe insieme raccontano una storia.

google foto

Nei prossimi mesi verranno aggiunte anche altre tipologie di Ricordi relativi a momenti celebrati, come Diwali, Lunar New Year e Hanukkah e quant’altro. Questi Ricordi verranno mostrati direttamente scorrendo la griglia delle foto, accanto ai nuovi “Best of Month Memories” e “Trip highlights” che sono in roll out da oggi.

google foto ricordi

Le foto prendono vita

Lo scorso mese di dicembre erano state introdotte le foto cinematiche, che sfruttano il machine learning per ricreare delle versioni 3D delle foto dell’utente. Ebbene Google ha deciso di spingersi oltre grazie alla fotografia computazionale.


Di solito, nel tentativo di realizzare lo scatto perfetto, la stessa foto viene ripetuta due o tre volte. Usando le reti reurali per sintetizzare il movimento tra due foto quasi identiche e colmare il gap coi successivi frame, Google Foto riesce a dar vita a immagini in movimento chiamate Cinematic moments.

I Cinematic moments possono essere creati partendo da qualsiasi coppia di immagini quasi identiche, siano esse foto scattate con l’ultimo smartphone o scansioni di vecchi album. Il tutto senza il minimo sforzo da parte dell’utente: questi moments possono essere creati automaticamente col machine learning e riproposti nelle “Foto recenti in evidenza”.

Maggiore controllo sui Ricordi

Non tutti i ricordi, tuttavia, sono belli da rivivere, anzi rivedere certe foto può essere doloroso. In questo senso Google ha prestato orecchio alla voce della comunità transgender, raccolto feedback e lavorato a stretto contatto con GLAAD in funzione di una maggiore inclusività.

Google Foto offre già dei controlli per nascondere foto di determinate persone o di certi periodi di tempo, ma presto ne verranno aggiunti altri grazie alla suddetta collaborazione. A partire dall’estate, inoltre, i controlli saranno di più facile accesso.

A parte questo, già da oggi saranno disponibili maggiori controlli per i Ricordi mostrati nella galleria, come la possibilità di rinominare un “Trip highlight” o rimuoverlo del tutto. Presto sarà possibile anche eliminare una singola foto da un Ricordo, eliminare i Best of Month Memories e rinominare o rimuovere Ricordi basati su ricorrenze.

google foto ricordi controlli

Locked Folder

Infine, Google Foto guadagna una Locked Folder, ovvero uno spazio protetto da password – e/o sistemi di riconoscimento biometrico – in cui salvare contenuti che non verranno mostrati nella galleria o in altre app presenti sul dispositivo. Si tratta di una funzione simile alla cartella sicura di Files.

Locked Folder di Google Foto sarà disponibile prima sui Pixel di Google e solo nel corso dell’anno per altri dispositivi Android. Solo sui Pixel, inoltre, sarà possibile salvare foto e video nella Locked Folder direttamente dalla Fotocamera.


google foto Locked Folder

Quale di queste funzioni vi sembra più interessante? Ditecelo nei commenti e scaricate la versione più recente di Google Foto dal Play Store cliccando sul badge sottostante.

Leggi anche: Android 12 è la rivoluzione che aspettavamo: cambia tutto col Material You

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Android

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui