FIFA 21, FUT: presunto dipendente accusato di aver venduto carte per 2.500$ l’una

L’hashtag EA Gate è nelle ultime ore in trending su Twitter. È infatti circolata sul social network un’accusa rivolta a un presunto dipendente EA (per ora sconosciuto) che starebbe vendendo carte di FUT FIFA 21 per soldi reali, arrivando anche a farsi pagare anche 2.500 dollari l’una.

Il tutto è nato da un tweet di Arcade-Fut, che potete vedere in calce. Secondo una serie di immagini, di cui non possiamo verificare la veridicità, vi è stata una conversazione tra un presunto dipendente di EA e un giocatore di FIFA 21 FUT che acquista una serie di carte per cifre notevoli. Parliamo di 2.500 dollari per una carta Momenti di R9 (Ronaldo) e 1.000 dollari per una carta Momenti di Guillit.

La vendita di carte di FUT FIFA 21 per soldi reali è assolutamente proibita e, se tutto questo si rivelasse vero, sarebbe un problema molto serio per la compagnia in quanto in molti Paesi le loot box non sono ritenute gioco d’azzardo (e non sono quindi soggette alle relative regolamentazioni) proprio perché i contenuti delle loot box non possono essere venduti per soldi reali.

Ovviamente per ora è tutta una speculazione: non vi è alcun prova che quanto mostrato sia reale e, nel caso lo sia, non viene dimostrato che la persona che si occupa di vendere queste carte di FIFA 21 FUT sia realmente un dipendente di EA.

Ovviamente in rete circolano già le prime critiche e condanne contro EA da parte di noti streamer internazionali attivi nella scena di FIFA 21 FUT, ma la compagnia deve ancora commentare la questione. Dovremo attendere nuove informazioni per avere conferme o smentite riguardo quanto sta accadendo.

Recentemente, inoltre, le Casse Premio sono state proibite ai minori in Germania, FIFA 21 e altri finiscono in fascia 18+.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Games

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui