Carlo Airoldi: una grande storia GRATIS su Kindle

Con l’arrivo del weekend non voglio proporvi la solita offerta di cui approfittare per rivedere la vostra postazione desktop o per la vostra esperienza mobile. Questa volta la proposta è quella di un ebook gratuito che ti riporterà al 1896, alle origini delle Olimpiadi e alla storia incredibile di un italiano che tentò di parteciparvi: Carlo Airoldi.

L’incredibile storia di Carlo Airoldi

Nessuno spoiler, perché questa storia merita una lettura appassionata senza sapere a priori l’incredibile finale. Erano i giorni in cui l’Italia usciva sconfitta ad Adua e Pierre De Coubertin raggiungeva il proprio sogno ad Atene: rilanciare le Olimpiadi come fulcro di un sogno pedagogico e sociale tutto incentrato sullo sport. Un italiano proveniente da Origgio e già protagonista di alcune incredibili avventure, capì che quelle Olimpiadi erano nel suo destino.

Tuttavia quei primi giochi olimpici sembravano un sogno irraggiungibile per un motivo: Airoldi non aveva il denaro per potersi recare ad Atene e affrontare la prima Maratona di sempre. Come fare? Semplice: ad Atene si va a piedi. Inizia così un viaggio che merita di passare alla storia e che grazie all’eccellente lavoro di ricerca di Manuel Sgarella è tornato alla luce in tutto il suo epico svolgimento ne “Il testamento del maratoneta“.

Un click qui e lo puoi portare GRATIS sul tuo Kindle proprio in queste prime ore di Tokyo 2020. Potrai leggerlo sotto l’ombrellone durante questa estate. Se lo merita l’autore (nobile anche il gesto di concedere la gratuità del racconto proprio in questi giorni olimpici) e se lo merita Carlo Airoldi, la cui memoria è un grande insegnamento ancora oggi. E te lo meriti tu, che potrai avere una grande storia di sport sul tuo Kindle per le meritate giornate di riposo in arrivo.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Informatica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui