Bitcoin anche per MoneyGram: crypto-to-cash

Il colosso MoneyGram attivo sul fronte del trasferimento di denaro abbraccia ufficialmente la criptovaluta più nota al mondo, Bitcoin. Lo fa siglando una collaborazione con Coinme, realtà già da tempo attiva su questo fronte.

MoneyGram con Coinme, nel nome di Bitcoin

Tra le molte partnership e iniziative che si stanno registrando in questo ambito è forse la più interessante, poiché sposta nel mondo reale, in una location fisica, una funzione fino a oggi rimasta di fatto esclusiva assoluta degli exchange online ovvero la possibilità di convertire denaro corrente in una moneta virtuale (e viceversa). Qualcosa di simile a quanto proposto dai circa 10.000 punti ATM dedicati a livello globale. Riportiamo di seguito in forma tradotta le parole di Alex Holmes, Presidente e CEO di MoneyGram.

Questa innovativa collaborazione apre il nostro business a un segmento di clienti del tutto nuovo, poiché siamo pionieri del modello crypto-to-cash, costruendo un ponte grazie a Coinme per connettere la moneta virtuale alla valuta corrente.

Stando a quanto reso noto, MoneyGram e Coinme tratterranno una commissione del 4% sui movimenti di questo tipo effettuati a cui si aggiunge una ulteriore spesa fissa di 2,75 dollari. Prosegue Holmes.

La nostra rete, unica e globale, rappresenta un asset di incredibile valore. Siamo entusiasti di aprire la nostra piattaforma a Coinme, guardando avanti con una prospettiva di crescita e monetizzazione, abbracciano nuovi casi d’uso.

In un primo momento la novità sarà riservata esclusivamente agli Stati Uniti, più precisamente in 12.000 location distribuite in tutto il paese. La volontà è quella di arrivare in un futuro non troppo lontano a raggiungere altri mercati, già entro la seconda metà dell’anno.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Informatica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui