Activision Blizzard: Microsoft si schiera a favore delle vittime di molestie e discriminazione

Nel tumulto che sta sconvolgendo Activision Blizzard, Microsoft ha voluto prendere una posizione molto chiara. Per bocca del capo della divisione Xbox Phil Spencer, il colosso americano si è schierato a favore delle vittime di molestie e discriminazione.

“Sono appena uscito da una notevole discussione con Xbox Women in Gaming, dalle quali ho imparato così tanto nel corso degli anni. Voglio condividere il mio sostegno personale per tutti coloro che hanno subito molestie sessuali o discriminazioni. Vi vedo. Siamo con voi”, ha scritto Spencer su Twitter.

Ovviamente Spencer non fa un diretto riferimento al caso Activision Blizzard e anche gli strascichi di quello Ubisoft, secondo alcuni dipendenti non ancora risolti, ma è indubbio che parli di questi casi. Per questo motivo l’appoggio di Microsoft è importante, perché si tratta di uno dei partner più importanti di queste aziende e il suo peso non è indifferente.

Microsoft, sfortunatamente, nella sua storia non è stata esente a questi problemi, ma perlomeno sembra una delle aziende più attrezzate perlomeno per cercare di limitare e combattere questo genere di problemi.

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Games

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui