5 metodi infallibili per liberare spazio su Android

Hai perennemente la memoria del telefono piena e non puoi più salvare foto e video o scaricare nuove app? È un problema che affligge tanti smartphone, in particolare quelli appartenenti alla fascia bassa del mercato, che vengono venduti con uno spazio d’archiviazione spesso e volentieri insufficiente per quelle che sono le nuove esigenze degli utenti.

In questo articolo ti spieghiamo come liberare spazio su Android in maniera definitiva.

Nota: per questa guida abbiamo usato lo smartphone Samsung Galaxy A52. Te lo diciamo perché alcuni passaggi che trovi qui sotto illustrati potrebbero essere differenti se usi un telefono di un altro produttore.

1. Usa Google Foto e rimuovi le immagini sottoposte a backup

Google Foto, anche ora che non offre più il backup illimitato di foto e video, rimane un’arma molto efficace per liberare spazio su Android. Se ancora non l’hai fatto, installa Google Foto sullo smartphone e assicurati di attivare il backup e la sincronizzazione dei contenuti multimediali presenti nella memoria interna del dispositivo: apri l’app, seleziona Impostazioni di backup dal menu principale e sposta la levetta da OFF a ON (da sinistra a destra) accanto a Backup e sincronizzazione.

Per risparmiare ulteriormente spazio in memoria, scegli di eseguire il backup delle foto e dei video a una qualità leggermente inferiore rispetto all’originale: dalla scheda “Backup e sincronizzazione” seleziona Dimensioni caricamento, quindi pigia su Risparmio spazio di archiviazione.

Importante: lo spazio d’archiviazione di Google Foto concorre insieme a Google Drive e Gmail per i 15 GB complessivi di spazio gratuito offerto da Google One. Se necessiti di una memoria maggiore e desideri affidarti a Google, puoi aumentare lo spazio a tua disposizione acquistando uno dei piani a pagamento proposti dal servizio.

Una volta che tutte le foto e i video del dispositivo sono state sottoposte a backup, puoi eliminarle dal dispositivo. Il metodo più semplice e veloce lo offre ancora una volta Google Foto: apri l’app, pigia sull’icona del profilo in alto a destra, quindi seleziona Libera “x” GB e conferma con un tap su Libera “x” GB e Consenti.

Al termine riceverai una notifica di conferma di come l’operazione sia perfettamente riuscita (a seconda dello spazio da liberare potrebbero volerci diversi minuti).

Nota: oltre a Google Foto esistono naturalmente tante altre soluzioni. Su questo argomento, ti invitiamo alla lettura della nostra guida sui migliori servizi di cloud storage.

2. Elimina i download di filmati, musica e altri contenuti multimediali

Negli ultimi anni il telefono si è trasformato sempre di più in lettore musicale e video: di giorno lo si usa per ascoltare la musica, mentre alla sera è diventato lo schermo principale per seguire film e serie TV. Tutto questo però ha delle pesanti ripercussioni sulla memoria interna del dispositivo.

Come ben saprai, app come Netflix, Amazon Prime Video, Amazon Music, Spotify, eccetera, consentono di eseguire il download di brani musicali, film e singoli episodi di una serie televisiva. E così, file anche di grandi dimensioni – come è il caso degli episodi di una serie – finiscono per andare a occupare una grossa fetta dello spazio di archiviazione libero.

Fortunatamente, però, il problema è risolvibile in modo semplice e veloce: è sufficiente infatti ricordarsi di cancellare i download quando non servono più.

Ecco la procedura da seguire per eliminare i contenuti scaricati in precedenza da Google Play Music:

  1. Apri Play Music.
  2. Tocca l’icona del menu e seleziona Impostazioni.
  3. Vai su Gestisci i download.
  4. Pigia su Scaricati, quindi conferma l’eliminazione con un tap su Rimuovi.

Un procedimento analogo va eseguito anche con app quali Netflix e Amazon Video, che nelle loro ultime versioni hanno attiva la funzionalità Smart Download (questo il nome usato da Netflix), la quale prevede il download automatico dell’episodio di una serie successivo a quello che hai scaricato in precedenza. E mentre su Netflix tale funzione elimina il titolo non appena lo finisci di guardare, lo stesso non avviene su Amazon Prime Video.

Ti stai chiedendo quale sia la soluzione più semplice in questo caso per liberare spazio su Android? Chiaramente quella di disattivare l’opzione di download automatico degli episodi o, peggio ancora, di film e serie in base alle proprie preferenze.

Come disattivare i download automatici di Netflix

  1. Apri Netflix.
  2. Tocca Download in basso a destra nella schermata iniziale.
  3. Fai tap su Smart Downloads in alto a sinistra
  4. Togli il segno di spunta accanto a “Mentre guardi l’episodio di una serie che hai scaricato, eseguiremo per te il download dell’episodio successivo ed elimineremo i titoli che hai finito di guardare. Il download si attiva solo su Wi-Fi”.
  5. Disattiva l’opzione “Scaricheremo una selezione di fil e serie così avrai sempre qualcosa da guardare. Il download si attiva solo su Wi-Fi”.

Come disattivare i download automatici di Amazon Prime Video

  1. Apri Amazon Prime Video.
  2. Tocca Area personale in basso a destra nella schermata principale.
  3. Fai tap sul link Gestisci accanto a “Download automatico: Attiva”.
  4. Sposta da ON a OFF la levetta accanto a Download automatico.

Come eliminare i download su Disney+

  1. Apri l’app Disney+.
  2. Fai tap sull’icona del profilo in basso a destra nella schermata iniziale.
  3. Tocca Impostazioni app.
  4. Seleziona Elimina tutti i download.

Nota: nel momento in cui vi scriviamo, l’applicazione Disney+ non presenta ancora la funzione di download automatico come Netflix e Amazon Prime Video.

3. Vuoi liberare spazio su Android? Disinstalla le app che non usi

Insieme alle foto, i video e i contenuti multimediali scaricati dalle piattaforme di streaming, le app sono l’altra voce che contribuisce in maniera determinante a occupare la memoria dello smartphone. Su Android la scelta è così vasta da spingere gli utenti a scaricare un numero eccessivo di applicazioni, andando a perdere spesso e volentieri il contatto dalla realtà.

Come risolvere allora il problema? Semplice, andando a disinstallare le app inutili, quelle cioè che magari usi una volta ogni sei mesi. Ecco come devi fare:

  1. Apri l’app Impostazioni.
  2. Scorri in basso fino a trovare Applicazioni.
  3. Seleziona una delle app che vuoi disinstallare.
  4. Tocca Disinstalla in basso al centro e conferma l’operazione con un tap su OK.

Se non sei sicuro di disinstallare un’app perché magari pensi che possa esserti utile in futuro, ti suggeriamo di verificare quanto tempo è passato dall’ultima volta che l’hai usata: maggiore è il tempo trascorso dall’ultimo utilizzo e meno saranno i motivi validi per cui mantenere l’app installata un solo giorno di più.

Per accertarti del reale utilizzo di ciascuna app segui i prossimi passaggi:

  1. Apri il Google Play Store.
  2. Tocca l’icona del profilo in alto a destra e seleziona Gestisci app e dispositivo.
  3. Seleziona il tab Gestisci.
  4. Fai tap sull’icona accanto a “Aggiornate di recente” e dalla schermata “Ordina per” aggiungi un segno di spunta accanto all’opzione “Meno usate”.

Le prime che vedi in elenco sono quelle che hai usato di meno. In ogni caso, prima di procedere con la disinstallazione, accertati che siano davvero inutili.

Nota: tra queste potrebbero figurare anche app di sistema. Ti invitiamo dunque a procedere con la dovuta cautela e a non toccare nessuna delle impostazioni predefinite di queste app.

4. Svuota la cache e cancella i dati dell’app

Un altro potente strumento per liberare spazio su telefono Android è lo svuotamento della cache e la cancellazione dei dati di ciascuna app. La prima comporta l’eliminazione dei dati temporanei, la seconda invece agisce più in profondità, andando a cancellare tutti i dati. Se non sei magari molto portato con la tecnologia, queste due operazioni potrebbero apparirti come complicate o, peggio ancora, impossibili da mettere in atto. Ti assicuriamo però che sono entrambe di una semplicità disarmante.

Ecco come svuotare la cache e cancellare i dati di ogni app:

  1. Apri Impostazioni.
  2. Scorri l’elenco di schede fino a trovare quella denominata Applicazioni.
  3. Seleziona un’app a tuo piacimento.
  4. Vai su Memoria archiviazione.
  5. Fai tap su Svuota cache in basso a destra per svuotare la cache.
  6. Tocca Cancella dati in basso a sinistra per eliminare tutti i dati associati all’app.

In genere, una delle app che conserva più dati nello spazio di archiviazione del telefono è WhatsApp, per via dei tanti contenuti multimediali che ci si scambia in chat. E se è vero che rimuovendo i dati dell’app si arriva a guadagnare molto spazio, è altrettanto vero che bisogna procedere con maggiore prudenza rispetto alla maggior parte delle altre applicazioni. Il rischio, infatti, è che si vadano a eliminare foto, video o altri file importanti.

Il nostro suggerimento è di verificare prima le foto e i video di WhatsApp salvati in memoria, sottoponendo a backup tramite Google Foto quelli che non si vogliono perdere. Fatto questo, si può procedere con l’eliminazione dei dati collegati all’app di messaggistica istantanea. Va da sé che lo stesso discorso vale anche per altre applicazioni analoghe, come ad esempio Facebook Messenger e Telegram.

Ecco la procedura per visualizzare i contenuti multimediali presenti su WhatsApp:

  1. Apri WhatsApp.
  2. Tocca l’icona dei tre puntini in alto e seleziona Impostazioni.
  3. Fai tap su Spazio e dati.
  4. Vai su Gestisci spazio.
  5. Seleziona il contatto di cui vuoi rivedere le foto e i video scambiati che vi siete scambiati fino ad oggi.

Nota: se pensi sia per te più intuitivo, puoi procedere con l’eliminazione dei file su WhatsApp direttamente dalla schermata appena aperta, semplicemente toccando sul riquadro degli elementi che vuoi cancellare e toccando l’icona del cestino in alto a destra.

5. Usa un file manager

Se ancora ti stai domandando come liberare spazio nella memoria interna di Android, un aiuto prezioso può arrivare da un file manager come Files di Google, che consente non solo di eliminare i contenuti delle app di chat, ma anche di rimuovere i file duplicati, le app che non usi e svuotare la cache. Inoltre, il file manager di Google ti avvisa quando ci sono file indesiderati o temporanei da rimuovere per migliorare le prestazioni del dispositivo.

Insomma, possiamo definirla un’app universale e insostituibile, capace di offrire un valido aiuto per liberare spazio su Android.

Per sfruttare al massimo le sue funzioni, una volta eseguito il download e aperto l’app, tocca su Consenti e sposta la levetta da OFF a ON accanto a Consenti accesso a tutti i file per permettere a Files di Google di  accedere ai tuoi file, modificarli e cancellarli.

Un altro ottimo file manager per Android che ti suggeriamo di provare è Mi File Manager. In alternativa, dai un’occhiata anche alla recensione di FV File Explorer.

Conclusioni

La nostra guida su come liberare spazio di archiviazione su Android termina qui. Conosci altri metodi che ti hanno aiutato a recuperare spazio utile in memoria? Quale app usi di solito per aumentare la memoria interna disponibile del tuo smartphone? Facci sapere la tua opinione lasciando un commento sotto l’articolo!

Ti potrebbe interessare anche: Come liberare spazio su Google Drive

Scopri altro su Salva-Euro

Seguici Salva-Euro su Facebook

Altre news in Android

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui